98. Un calcio alla noia

Kim e Byron MorenoQuello che mi stupisce di Kim Jong.Un è che non si accorge di alcune banalità. Per esempio: mentre lui minaccia il mondo di bombardamenti implacabili, tutti i suoi alleati stanno evaquando le ambasciate a Pyongyang. Non a Seul e New York.

Insomma, un fine interprete della realtà, uno che se fosse in Italia potrebbe guidare il PD e dire cento volte al M5S che deve aver paura.

Non è che le minacce di Kim Jong-Un non siano credibili. Però ha promesso un milione di posti di lavoro come piloti di missili.

Non è che le minacce di Kim Jong-Un non siano credibili. È che il suo piano d’attacco prevede di immergersi in una vasca di Big Buble fuso per trasformarsi in Majin Bu.

Non è che le minacce di Kim Jong-Un non siano credibili. È che “Kim Jong-Un” sta a “pericolo per gli USA” come “nordcoreano” sta a “pene”.

Non è che le minacce di Kim Jong-Un non siano credibili. È che il suo piano di attacco alle basi USA l’ha preso dalla pagina di wikipedia su Giannino.

Non è che le minacce di Kim Jong-Un non siano credibili. È che hanno intercettato una trasmissione radiofondica in cui diceva a 24 milioni di coreani “Quando ve lo dico io, soffiate verso est”.

Non è che le minacce di Kim Jong-Un non siano credibili. Però la bambina a cui Papa Francesco ha firmato il gesso era stata colpita da un temibile ordigno nordcoreano.

Non è che le minacce di Kim Jong-Un non siano credibili. Però aveva anche lui un passaporto con scritto “Mubarak” come secondo cognome.

Nel frattempo stanno succedendo anche diverse cose in Italia. Per esempio, Onida viene burlato e ci informa che Berlusconi è vecchio e vorrebbe solo essere tutelato nei propri interessi. E che il 10 saggi sono sostanzialmente inutili. Tutte riservatissime informazioni a cui potevate arrivare leggendo questo blog.

O Ruby rubacuori che sostiene di essere bugiarda, ma non puttana. “Credetemi, sono bugiarda” is the new “Tutti i cretesi mentono sempre”.

O Grillo che dopo tutte le dirette streming planetarie si ritrova in gran segreto coi suoi a fare pranzo al sacco, partitina di paintball e nel tempo restante decidere il destino dell’Italia. Senza streaming e giornalisti tra i piedi.

O forse tutte queste cose non sono ste grandi novità. Riempiamo i giornali da mesi di dichiarazioni imbarazzanti di cosiddetti caporali del Pdl, di contraddizioni del M5S, di ipocrisie del Pd. Io non ho problemi a scadere nel serio per commentare i fatti del giorno. Non ho problemi a fare satira su argomenti scomodi. Ma se non si sbrigano a deceidere qualcosa, mi sento inutile a fare satira ricordandovi che non succede un cazzo.

Per questo potrei parlare domani di un argomento nuovo…

POU2

4 pensieri su “98. Un calcio alla noia

  1. Bernardo

    BASTA!!
    “Evacuando” si scrive con la C, non se ne può più di quella orrenda Q!
    Ma è un’epidemia su Internet?
    E basta!!!!

    Rispondi
    1. zcavalla Autore articolo

      Hahhahah, caro Bernardo, pago la pena del contrappasso. Ho combattuto questa stessa battaglia su twitter pochi giorni fa. E poi, scrivendo l’articolo, lo spirito del tizio a cui ho rotto gli zebedei si è impossessato di me e mi ha fatto sbagliare. Mi farei perdonare consentendoti di leggere gratis altri 97 articoli, ma il blog è già tutto gratis, quindi perdonami 🙂

      Rispondi
  2. Pingback: 100. Chi ben comincia | Chi Non Muore

  3. Pingback: 143. Razzi in Korea | Chi Non Muore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...