143. Razzi in Korea

antonio razziLa notizia è ufficiale: al senatore Antonio Razzi piacciono le prostitute orientali.

Per ragioni di opportunità politica, però, si è preferito diramarla in forma più smussata: il senatore Antonio Razzi, noto dislessico eletto prima in quota Italia Dei Valori e ora nel PdL, attualmente segretario della Commissione Esteri, farà una visita ufficiale in Korea del Nord.

Il nostro esimio rappresentante incontrerà KIM JONG-UN, dittatore obeso con il vezzo di minacciare il mondo CON RISIBILI INTIMIDAZIONI. Ci immaginiamo il disappunto dell’Oliver Hardy con gli occhi a mandorla a cui han detto “Ci inviano dei razzi dall’Italia” e lui, anziché armi nuove di zecca, si ritrova un senatore di Pescara che mangia a sbafo.

Per chi non sapesse chi è Antonio Razzi, si tratta di un senatore passato alle cronache per aver detto davanti a una telecamera nascosta: “Col cavolo che faccio cadere Berlusconi, non ho ancora maturato la pensione… faccio i miei interessi, io!” (VIRGOLETTATO NON LETTERALE, QUI SOTTO IL VIDEO)

Poi, dopo essere entrato nelle fila dei responsabili, viene eletto senatore del Pdl con una delirante campagna elettorale in cui chiedeva agli abruzzesi di votarlo perché aveva fatto costruire dei campi di calcetto.

Più recentemente, lo abbiamo sentito dichiarare “Io a Berlusconi darei mia moglie, un rene, la mia vita”. Certi che Berlusconi lo abbia preso in parola per la prima (che sentitamente ringrazia), seguiamo le gesta del fine diplomatico fino al momento in cui annuncia che grazie a lui si firmerà la pace tra la Korea del Nord e quella del Sud.

Ora: il primo pensiero va al povero traduttore che dovrà rendere in coreano gli sproloqui di Razzi. “Ehi, mi avevate detto che dovevo tradurre dall’italiano!”

Probabilmente è più facile tradurre a braccio Finnegan’s Wake di Joyce. Ma Kim Jong-Un sarà comprensivo con chi fallisce come lo è il mega capo della Spectre, quindi il traduttore verrà probabilmente lanciato in aria col prossimo test balistico coreano.

Il secondo va a chiedersi cosa dirà Razzi per spingere Kim Jong-Un a fare volere la pace. Ecco alcune delle ipotesi più accreditate dai maggiori analisti internazionali.

1) Se fai la pace con la Korea del Sud ti faccio conoscere Sara Tommasi.

2) Se fai la pace con la Korea del Sud l’Italia si fa eliminare da voi anche ai prossimi mondiali.

3) L’idea di fare tuo nonno Presidente Eterno della Korea, anche dopo morto, è così bella che vorrei importarla in Italia. La locuzione “Presidente Eterno” dovrebbe essere usata al posto di “Interdetto”.

4) Noi vorremmo tornare al nucleare in Italia, ma continuano a impedircelo con dei referendum. Tu che metodo usi con l’opposizione interna?

5) Se fai la pace con la Korea del Sud ti lasciamo mangiare Giuliano Ferrara.

Purtroppo, però, non è assolutamente credibile che uno come Razzi possa avere un ruolo in un processo di pace qualunque. Quindi è evidente che il prode senatore abruzzese andrà coi nostri soldi a copulare contronatura con prostitute asiatiche minorenni dotate di tipica astuzia orientale o a gestire altri affari di dubbia liceità, senza che noi possiamo farci nulla. E l’unica cosa buona che potrà venirne fuori, forse, è che qualcuno, leggendo questo pezzo, mi metterà un like alla PAGINA FACEBOOK.

7 pensieri su “143. Razzi in Korea

  1. Pingback: 146. Un tennista italiano in top ten? E che c’entra con la politica? | Chi Non Muore

  2. Pingback: 152. Questione di culo | Chi Non Muore

  3. Pingback: 154. Monopoly e libero mercato | Chi Non Muore

  4. Pingback: 160. Il videomessaggio, la magistratura italiana e le soluzioni all’italiana | Chi Non Muore

  5. Pingback: 169. AbBINDIlati | Chi Non Muore

  6. Pingback: 189. L’Italia si divide | Chi Non Muore

  7. Pingback: Chi Non Muore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...