173. So cos’hai detto

zio sam senza faccia

Le dimensioni assunte dallo scandalo Datagate sono incredibili. Intercettare era diventato così normale che quando la Merkel chiamava Obama a volte Obama si dimenticava di dover rispondere.

Intercettavano anche il cellulare di Bersani. Dev’essere emozionante, per lui, sapere che c’era qualcuno che lo ascoltava.

“What is turkey on the roof?” “I don’t know, speaks strange!” (@GraceDama)

“What is going to do to Jaguar? Is Fiat going to buy Jaguar too?” “I think he knows we are listening, he’s too smart!”

(Sul cellulare di Berlusconi, invece, Obama ha visto il prediciottesimo di Ruby.)

(Chissà cos’avrebbe fatto per il suo prediciottesimo Rosy Bindi. No, non mi sono stufato di insultarla)

Il vero casino però è scoppiato quando è emerso che intercettavano il cellulare della Merkel. Informazioni riservatissime. Tipo che marca di biscottini bisogna lanciare a Monti perché salti.

Una volta la Merkel si è fatta gli autoscatti nuda e si è rotto lo specchio di Obama.

La Merkel aveva anche preso speciali precauzioni per non poter essere intercettata. Ma questi diavoli di americani conoscono l’alfabeto farfallino.

La smentita di Obama è talmente goffa che sta peggiorando la situazione. In sostanza Obama sostiene che l’NSA aveva intercettato metà delle telefonate dei leader mondiali senza che lui ne avesse sentita neanche una. Con quelle orecchie che ha.

I fatti sono che l’NSA intercettava milioni di persone. Obama dichiara che non ne sapeva niente, che era illegittimo e che si smetterà immediatamente. Però Snowden resta ricercato.

In tutto ciò vi è un evidente interesse di Russia e Cina a far fallire le trattative per una zona di libero scambio tra USA e Unione Europea. Questo interesse ci sta regalando un inedito Putin nel ruolo di difensore della pace e della libertà di pensiero. Secondo alcuni esperti americani, la sua credibilità nel ruolo è esattamente identica a quella di Ben Affleck come Batman.

I russi del resto sono un po’ in difficoltà. Putin risulta essere l’uomo più potente del mondo secondo Forbes, ma per cercare di spiare i leader europei ha regalato loro chiavette usb e caricacellulari truccati sperando che li usassero. Quando vorrà fare la guerra atomica regalerà a Letta uno scaldabagno leggermente luminescente?

Insomma, neanche le storie di spionaggio sono più quelle di una volta. Per fortuna alcuni miracolosi accadimenti si ripetono sempre senza cambiare mai:

USA, gli sparano un colpo al cuore, ma il proiettile viene fermato dallo smartphone. Aveva appena il pdf della Bibbia.

Ricordo che potete mettere un like alla pagina Facebook di Chi Non Muore a QUESTO LINK e che è un bel modo per supportare chi scrive.

PS: Vi ho risparmiato quella di:

Lui: “Sono stufo, ti lascio!”

Lei: “E me lo dici così, per telefono?”

Obama: “Ammazza che pezzo di merda!”

L’ho letta in così tanti profili che secondo me l’ha scritta direttamente Obama.

Un pensiero su “173. So cos’hai detto

  1. Pingback: Chi Non Muore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...