202. Il post più cattivo di sempre

unicorno in scatolaMorto suicida l’attore Robin Williams. Tutto il mondo si unisce allo sciacallaggio al cordoglio. Per curiosità: qualcuno l’ha poi letta la poesia di Whitman? Robin Williams vi ha ispirato abbastanza da prendere in mano un libro, o solo abbastanza da ricordare che “o capitano mio capitano” è quella cosa che si dice salendo in piedi su un banco, come “ti fidi di me?” è quello che si dice abbracciando una ragazza da dietro sulla prua di una barca?

(Momento di dissidio interiore. Sono veramente dispiaciuto per Robin Williams. Ma ho una battuta ignobilmente cinica su Robin Williams e non so se pubblicarla.)

(Ok. L’ho scritta su Twitter, il dado è tratto, la scrivo anche qui.)

Robin Williams era depresso perché sua moglie non lo capiva. “Mi sento giù.” “Mangi?”

Parliamo ora di qualcuno che ha 10 anni in più di Robin Williams e a mollare non ci pensa proprio: Tavecchio, l’uomo che ha sostanzialmente dato ai giocatori neri dei mangiabanane, eletto Presidente della FIGC. Subito getta acqua sul fuoco. “Io razzista? Sono fantasie! Quei negri dovrebbero restare con le quattro mani per terra.”

(Già mi vedo Berlusconi, tra qualche anno: “i miei figli si sentono perseguitati come giocatori di colore sotto la presidenza Tavecchio.”)

L’elezione di Tavecchio a Presidente della FIGC dimostra che, in fondo in fondo, il rosso a Marchisio contro l’Uruguay ce lo meritavamo. (@isiophotos)

A proposito di calcio, volevo proporre un piccolo quiz.:

“Antonio Conte nuovo allenatore della nazionale di calcio per circa 4 milioni di euro all’anno. Considerando il basilare principio economico per cui aumentando l’offerta diminuisce il prezzo, calcolare quanto guadagnerebbe Conte se in Italia non ci fossero 60 milioni di allenatori di calcio.”

La politica interna non è molto interessante in questo periodo. Per il momento il Governo Renzi non riesce a garantire la crescita e non ha fatto approvare alcuna riforma. Però poteva andare peggio, potrebbe piovere. AH OPS.

Renzi visita a sorpresa gli scout. Per farci capire che imparare a vivere in tenda e a procacciarci cibo nelle foreste potrebbe essere un investimento.

Fa il giro del mondo la foto del Ministro Boschi in due pezzi. Si dice che uno dei due verrà abolito prima del Senato.

(Ancora non è definitiva la riforma costituzionale. Secondo una delle ultime proposte, il Senato potrebbe non essere elettivo ed essere composto direttamente dai 101 che hanno silurato Prodi.)

Ma del resto, non possiamo che unirci a Renzi nelle sue ostentazioni di ottimismo. Diciamo NO al declino dell’Italia e dell’Europa! È il momento di sputare sangue! – E INFATTI ARRIVA L’EBOILA.

Imteressanti dichiarazioni di alcuni parlamentari, che ci ricordano che il movimento del Califfato Islamico dell’Iraq va rispettato perché molto radicato nella cultura popolare. Per esempio, ecco una famosa barzelletta irachena: “Ci sono un sunnita, uno sciita e un cristiano. Poi il cristiano non c’è più.” Hahaha, tutti ridono.

Barzelletta irachena: “Un cristiano entra in un bar. Non esce.” Hahaha, tutti ridono.

Barzelletta irachena: “Sai qual è il colmo per un cristiano? Se lo fai esplodere in mille pezzi, poi non sa più qual è l’altra guancia.” Hahaha, tutti ridono.

Barzelletta irachena: “Sai perché i cristiani non vanno in Paradiso?” “No.” “Allora sei un infedele, MUORI!” Hahaha, tutti ridono.

Lo so, la cultura irachena è un po’ difficile da capire, per noi. Ma andate voi a spiegare a un iracheno, ora che l’ex conduttrice Rai De Nardis ha accoltellato il compagno, tutte quelle che commentano la notizia con “avrà avuto le sue ragioni.”

(Ricordo che potete supportare chi scrive mettendo un like alla pagina Facebook di Chi Non Muore al seguente LINK.)

Maschicidio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...