Archivi tag: Sondaggio

203. Chi vincerà lo scudetto della politica italiana?

renzi ragazziPossiamo dire che, visto che il Parlamento si prende delle belle vacanze in Agosto, Settembre sia come l’inizio di una nuova stagione della politica. Come per il campionato di calcio. Si ricomincia a giocare e si ricomincia a governare. Con la differenza che nel calcio almeno si gioca tutte le domeniche all’ora prevista, mentre in politica non si capisce nemmeno se la partita si è giocata davvero oppure no, e men che meno chi ha vinto.

La situazione di qualche tempo fa era questa: “Renzi annuncia una riforma al mese. Poi diventa il programma dei 1000 giorni. Poi va a Bagad per le 1001 notte. Dona armi di dieci anni fa ai ribelli e si versa un secchio d’acqua in testa. Sembra uno di quei film in cui devi aspettare il finale per capire il senso di tutto”.

Parrebbe una politica confusa, ma provate a mettervi nei panni degli americani che si alleano con Assad per sconfiggere l’Isis che combatte con le armi che gli americani gli avevano dato per sconfiggere Assad, tutto mentre l’Iran, l’arcinemico degli USA, entra in Iraq grazie al vuoto di potere creato dagli USA quando hanno abbattuto Saddam, il dittatore che avevano sostenuto in funzione anti-Iran. Obama ha la fortuna di essere nero, perché se non fosse protetto dal politically correct paragoneremmo la sua coerenza a quella di una donna in premestruo. AH OPS.

Comunque, ormai la stagione politica volge al termine, un’altra settimana decisiva per l’abolizione delle province un’altra settimana decisiva per l’abolizione del Senato altri cento giorni con una riforma al mese comincia il periodo dei 1000 giorni di riforme promessi da Renzi e così ho deciso di rivolgermi a voi per chiedervi: cosa qual è stata la notizia più importante dell’ultimo anno di politica? Perché se no si può avere l’impressione che non sia cambiato un cazzo. Via al sondaggio.

76. Appello al voto. Un post interattivo.

confuso ma votaLa domanda che mi sono fatto stamattina è: se uno scrive “Vaffanculo” sulla scheda, conta come voto per Grillo? Perché se sì, fa il 70%.

Se scrivete “Schiavi delle banche” il Partito Democratico pretenderà che conti per lui.

Se scrivete “W la figa”, Berlusconi farà altrettanto.

Se mettete una fetta di prosciutto nella scheda, diranno che la crisi non è così forte se gli italiani hanno cibo da sprecare.

Al di là delle battute, è tutto per dire di andare a votare. Non state a casa, che aiuta solo i partiti con più soldi e non è una protesta contro un cazzo. Non votate scheda bianca, che il rischio che poi vi mettano una X sopra e la contino per quelli che piacciono ai presidenti di seggio è considerevole. Non votate scheda nulla, che non siamo a fare una goliardata. Votate chi in coscienza ritenete sia più adatto a guidare il Paese. Se avete qualche dubbio, avete tempo fino a domani per informarvi. Potete anche ricorrere alla analisi di tutti i simboli elettorali per ispirarvi.

Detto questo, in spregio al silenzio elettorale che impedirebbe di fare sondaggi, apro le consultazioni: chi avreste votato tra i dieci presentabili illustrati ieri?

Vi ricordo che è ancora possibile partecipare al mitico sondaggione “ma Berlusconi ha mai scopato gratis?